Che Facciamo

Consulenza di Supporto

La nostra consulenza di supporto inizia con l’approccio generale al mercato del nostro cliente.
Noi affianchiamo l’imprenditore o la direzione commerciale/marketing aziendale nell’analisi dei suoi punti di forza e di debolezza rispetto al suo mercato attuale e potenziale, considerando i target finali e le parti interessate.
Decifriamo i segnali e poi creiamo il progetto che sarà comprensivo sia del marketing sia della relativa comunicazione.
Studiando gli strumenti e organizzando i mezzi arriviamo ad implementare il piano operativo fino al controllo dei risultati e quindi al perfezionamento del lavoro.
Coerentemente con la nostra filosofia, ogni fase si basa in primo luogo sul piano e sulla qualità, poi sulla creatività, che viene considerata come conseguente espressione.

  • analisi di fondo;
  • rilevazione di indicazioni forti e deboli;
  • identificazione degli obiettivi principali e dei complementari;
  • studio ed elaborazione del sistema per ottenerli;
  • individuazione dei target, definitivi e finalizzati;
  • studio dei mezzi di comunicazione e dello stesso fruitore;
  • programmazione delle attività;
  • scelta degli strumenti;
  • organizzazione dei mezzi;
  • calcolo analisi costi/benefici;
  • attivazione del progetto;
  • controlli periodici sui focus;
  • azioni correttive.

 

Comunicazione Corporate e Prodotto

In genere sono considerati due settori differenziati ma lo sono solo in termini teorici. Obiettivamente i due tipi di comunicazione si subordinano a vicenda, anche perché sono comunque collegate in termini di valore d’insieme. Questa relazione va considerata accuratamente dal punto di vista strategico e degli obiettivi, sia all’inizio sia durante il percorso.
Lo sforzo è quello di precedere la naturale trasformazione dei tempi tramite la ricerca, lo studio e l’intuizione.
Il prodotto è lo stato d’essere dell’impresa, l’elemento primario per conseguire i propri obiettivi. Per questo è basilare utilizzare gli strumenti di comunicazione ideali per promuovere e proteggere il prodotto stesso.
È auspicabile ottimizzare le energie spese nella comunicazione del brand anche per promuovere il prodotto.
Infatti possiamo cogliere nuove opportunità che derivano da segnali espliciti dei clienti e indicazioni implicite fornite dall’esperienza, così da intraprendere azioni che ne aumentano il valore aggiunto.
Crediamo che questo metodo possa essere valido per qualsiasi azienda, piccola, media o grande che sia.

 

Comunicazione Interna

Nell’impresa, sia essa pubblica o privata, il suo primo “acquirente” è proprio il personale interno, cioè quelle risorse che hanno una relazione di “appartenenza” con l’Azienda stessa, compreso il consiglio di amministrazione e la proprietà.

Per cui risulta necessario adoperare strumenti ed espressioni opportuni, specificatamente pensati, per comporre ed accrescere quel “senso di appartenenza” che, anche in condizioni di difficoltà privata del collaboratore interno, lo stesso di fronte ad una complicazione sociale dell’impresa possa esprimere un’adeguata opposizione e magari creare ulteriori opportunità di crescita sia personale sia collettiva.
Con un esame della situazione, siamo in grado di ricercare ed applicare soluzioni adeguate per produrre e trasmettere, in modo capillare e profondo, l’informazione necessaria all’interno dell’organizzazione, così che il livello di motivazione e di lealtà delle risorse umane interne si mantenga elevato.

  • audit e screening
  • marketing interno
  • identificazione degli strumenti e programmazione
  • implementazione dei processi
  • valutazione degli esiti
  • feedback e riprogettazione

 

Marketing Non Convenzionale

Tutti i giorni siamo esposti a più di 3.000 messaggi pubblicitari ed è ormai dimostrato che noi tutti, per conservazione, selezioniamo immediatamente i messaggi.
Le tecnologie sono ormai entrate nella nostra vita, sociale e psicologica.
La scelta d’acquisto e di ri-acquisto viene presa su motivazioni che sono sempre meno scontate ed il consumatore cambia il modo di rapportarsi.

Allora è indispensabile “comunicare” con il nostro cliente scoprendo la comunicazione più appropriata per farlo.

AidaGroup non utilizza soluzioni preconfezionate ma, tramite un metodo qualificato, suggerisce le possibili azioni efficaci per creare un rapporto tra il brand ed ogni singolo consumatore.
Oggi non possiamo più parlare di un consumatore definito, ma di una pluralità fluida ed allungata di persone in cui ognuna vive e si rapporta impiegando criteri soggettivi, nuovi e mutevoli  e quindi in modo diverso rispetto ad una volta.
AidaGroup individua le migliori attività per cogliere il consumatore nel suo abituale ritmo quotidiano, ormai frenetico e complicato, con l’obiettivo di portare il Brand ad essere focalizzato dalla mente:

  • Buzz Marketing: Serie di interventi di marketing non convenzionale con il preciso scopo di accrescere il numero e amplificare il volume delle voci che parlano di un prodotto o un servizio e successivamente aumentare la popolarità e la considerazione di un marchio.
    Dare una ragione per discutere di un prodotto o servizio e agevolare quella comunicazione.
  • Guerrilla Marketing: Tipo di promozione non prestabilita di basso costo conseguita tramite l’impiego intuitivo di mezzi e strumenti aggressivi che utilizzano l’immaginario e i processi psicologici dei destinatari finali.
  • Viral Marketing: Il marketing virale è un tipo di marketing nuovo, se lo immaginiamo legato alle nuove logiche del Social, del web 2.0. Sfrutta la capacità comunicativa di pochi soggetti interessati per trasmettere il messaggio ad un numero esponenziale di utenti finali.
  • Community Marketing: È una strategia utilizzata per coinvolgere un pubblico in modo attivo, non intrusivo che tramite la conversazione offre prospettive al cliente.  Considerando che le strategie di comunicazione come la pubblicità, promozione, PR, vendite si concentrano sui clienti in generale, la comunità di marketing si concentra sulle esigenze dei clienti esistenti.
    Questa strategia realizza quattro obiettivi per un business:
  1. Collega i clienti esistenti alle prospettive aziendali;
  2. Offre la prospettiva di mettere in relazione i clienti con gli altri;
  3. Lega una società con i clienti, cioè offre prospettive per rafforzare la fedeltà;
  4. Unisce gli uni con gli altri clienti per migliorare l’adozione di prodotti, la soddisfazione del consumatore, etc.
  • Product Seeding: Promozione di un prodotto attraverso distribuzione di campioni omaggio e relative informazioni per sensibilizzare l’interesse dei consumatori. Il seeding è in genere effettuato a vantaggio di specifici cluster di consumatori. Consiste nel distribuire (“seeding” significa “seminare”) il giusto prodotto al posto giusto nel momento giusto, fornendo campioni omaggio e informazioni per sensibilizzare l’interesse dei consumatori.
  • Influencer Marketing: Individuare chi sono gli interpreti che possono parlare di un prodotto e contemporaneamente influire sull’opinione degli altri: collettività “chiave” e opinion leaders.
  • Cause Marketing: “Marketing delle cause sociali”, che vengono sostenute al fine di guadagnare il rispetto e il consenso di coloro che sono sensibili a tali problematiche.
  • Brand Blogging: Creazione di blog da parte di un brand per instaurare un canale di contatto diretto e una relazione privilegiata di fiducia con i consumatori, secondo modalità di tipo narrativo e con una spiccata interazione con il pubblico.
  • Referral Programs: Letteralmente, “programmi per riferire ad altri”. Consiste nel fornire ai consumatori soddisfatti gli strumenti più idonei per trasmettere la loro soddisfazione ad altri consumatori.
  • Pod/videocasting: Il podcasting è un sistema che permette di scaricare in modo automatico documenti (generalmente audio o video) chiamati “podcast”, utilizzando un programma di norma gratuito (client) chiamato aggregatore o “feeder”.
  • Cityzen Journalism: È una nuova forma di giornalismo che vede la partecipazione attiva dei lettori, grazie alla natura interattiva dei nuovi media e alla possibilità di collaborazione tra moltitudini offerta da Internet.
  • Advergaming: Interattività tra cliente e azienda. Promozione tramite un gioco online, costruito sulla base degli obiettivi aziendali.
    I vantaggi sono importanti e sono:
    – profilazione di clienti vecchi e nuovi
    – creare un database organizzato e attivo
    – fidelizzare.Con questi strumenti l’azienda potrà compiere azioni di vendita diretta e di direct marketing.La qualità fondamentale e primaria è l’interattività, che rende il prodotto “ emozione” e non semplice merce.
  • Alternative Outdoor: Ricerca di nuove forme di comunicazione su strada ad hoc per sorprendere e far parlare di sè.

Per erogare questi servizi con la massima qualità il nostro gruppo si è organizzato con professionisti interni ed esterni e partners di riferimento in grado di supportare totalmente i nostri progetti.

Seminiamo e coltiviamo la terra che amiamo per veder crescere i suoi frutti: rapporti di valore e risultati